FINANZIAMENTO DI BORSE DI STUDIO CON ONERI A CARICO DI SOGGETTI ESTERNI (AZIENDE, ENTI DI RICERCA,…)

 

 

Enti/Società interessate a finanziare un percorso di dottorato dispongono delle opzioni elencate di seguito.

 

1 – Attivazione di un dottorato in alto apprendistato

Modalità

 L'Ente/La Società interessata dovrà inviare al Rettore dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia ed al Coordinatore del Dottorato di Ricerca di interesse una lettera di intenti con la quale chiede di poter finanziare un contratto di apprendistato di alta formazione e di ricerca per l'acquisizione del titolo di dottore di ricerca. Qualora l’Ateneo accetti la proposta sottomessa, l’azienda dovrà sottoscrivere una convenzione con l’università di Modena per l’attivazione di un contratto di apprendistato di alta formazione, di cui ai protocolli d’intesa tra Regione Emilia Romagna, Università e Parti Sociali del 19 Giugno 2012. Si ricorda che questa procedura comporta l’assunzione, da parte dell’Ente/Azienda interessata e con un contratto di apprendistato di alta formazione e di ricerca, del vincitore del posto messo a bando.

Modelli della lettera di intenti, della lettera di accettazione e della convenzione fra Ente/Società ed Università sono disponibili al link http://www.affaristituzionalicontrattigare.unimore.it/site/home/convenzioni-e-accordi-tipo.html.

Tempistica

 

Qualora un contratto di apprendistato di alta formazione sia indispensabile per il raggiungimento del numero minimo di borse previsto dal DM 94/2013 per l’attivazione di un corso di dottorato, la lettera di intenti (redatta secondo lo schema predisposto dalla Direzione Legale dell’Ateneo) dovrà pervenire entro il termine indicato dall’Ateneo per la presentazione delle proposte di attivazione stessa. Qualora, invece, il contratto non sia indispensabile al raggiungimento del numero minimo di borse, la lettera di intenti dovrà essere presentata e la convenzione dovrà pervenire in data antecedente all’emanazione del bando di concorso, fatte salve eventuali e adeguatamente motivate eccezioni (e comunque pur sempre entro il termine massimo della data di pubblicazione della graduatoria di ammissione al dottorato).

 

2 – Attivazione di una borsa di studio

 Modalità

L'Ente/La Società interessata dovrà inviare al Rettore dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia ed al Coordinatore del Dottorato di Ricerca di interesse una lettera di intenti con la quale chiede di poter finanziare una borsa di studio triennale per la frequenza di uno studente nel Corso di Dottorato di ricerca in oggetto, avente durata di tre anni. Qualora l’Ateneo accetti la proposta sottomessa, l’Ente/Società dovrà sottoscrivere una convenzione ed una idonea polizza fideiussoria a garanzia del finanziamento.

Modelli della lettera di intenti, della lettera di accettazione e della convenzione fra Ente/Società ed Università sono disponibili al link http://www.affaristituzionalicontrattigare.unimore.it/site/home/convenzioni-e-accordi-tipo.html.

Tempistica

 

Qualora una borsa di dottorato sia indispensabile per il raggiungimento del numero minimo di borse previsto dal DM 94/2013 per l’attivazione di un dottorato, la lettera di intenti (redatta secondo lo schema predisposto dalla Direzione Legale dell’Ateneo) dovrà pervenire entro il termine indicato dall’Ateneo per la presentazione delle proposte di attivazione stessa; inoltre, la convenzione e, nel caso di finanziatori privati, anche l’idonea polizza fideiussoria a garanzia del finanziamento dovranno pervenire debitamente firmate entro il termine perentorio rappresentato dalla data in cui il Senato Accademico provvederà a deliberare sull’attivazione del ciclo di Dottorato. Qualora, invece, la borsa non sia indispensabile per il raggiungimento del numero minimo, la lettera di intenti dovrà essere presentata e la convenzione (unitamente alla polizza fideiussoria, nel caso di finanziatori privati) dovrà pervenire in data antecedente all’emanazione del bando di concorso, fatte salve eventuali e adeguatamente motivate eccezioni (e comunque pur sempre entro il termine massimo della data di pubblicazione della graduatoria di ammissione al dottorato).

Modelli della lettera di intenti, della lettera di accettazione, della convenzione fra Ente/Società ed Università, e della fidejussione a garanzia della convenzione per il finanziamento di borse di dottorato sono disponibili al link http://www.affaristituzionalicontrattigare.unimore.it/site/home/convenzioni-e-accordi-tipo.html.

 

3 - Attivazione di un assegno di ricerca triennale

Modalità e tempistica

L'Ente/La Società interessata dovrà inviare al Rettore dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia ed al Coordinatore del Dottorato di Ricerca di interesse una lettera di intenti con la quale chiede di poter finanziare un assegno di ricerca in uno specifico settore scientifico-disciplinare, su un argomento specifico e di fascia assegnata. La procedura da seguire in questo caso e la relativa tempistica sono uguali a quelle illustrate sopra per l’attivazione di una borsa di studio. Il regolamento che disciplina gli assegni di ricerca è disponibile al link http://www.unimore.it/ateneo/RegolamentoDett.html?R=609

 

 

4 - Attivazione di un Corso di Dottorato di Ricerca in collaborazione con le imprese o di un Corso di Dottorato industriale

 Una impresa può proporre all’ Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia l’attivazione di uno specifico corso di dottorato. Le tipologie di Corso previste dalla normativa vigente sono le seguenti:

- Corso di Dottorato di Ricerca in collaborazione con le imprese - art. 11, comma 1 D.M. 45/2013;

- Corso di Dottorato industriale - art. 11, comma 2 D.M. 45/2013.

I relativi contratti da sottoscrivere per l’attivazione di queste tipologie di Corso sono disponibili al link http://www.affaristituzionalicontrattigare.unimore.it/site/home/convenzioni-e-accordi-tipo.html.